Skin ADV SX Skin ADV DX

GOLF NEWS

Italian English French German Spanish

Bubba Watson è un campione che si distingue dal resto dei colleghi, vuoi per lo swing particolare e non “tecnico”, vuoi per il driver di color rosa con cui colpisce la palla con tale violenza da fargli raggiungere distanze impressionanti, vuoi per la recente vittoria nel Masters 2012.

Ma chi è Bubba Watson?

 

Gerry Lester Watson Jr. è nato il 5 novembre del 1978 a Bagdad, in Florida, ed è stato soprannominato “Bubba” da suo padre, tifoso del giocatore professionista di football americano Bubba Smith.

Watson è sposato con Angela P. “Angie” Ball, ex giocatrice di basket alta più di m 1.90, con cui ha adottato un bimbo di un mese il 26 marzo scorso, di nome Caleb.

Alla Milton High School, in Florida, ha giocato nella stessa squadra di golf con Heath Slocum e Boo Weekley. Quindi ha giocato per il College Faulkner in Alabama, e poi presso l'Università della Georgia nel 2000 e 2001, contribuendo alla vittoria del campionato.

Watson è diventato professionista nel 2003 partecipando al Nationwide Tour dove ha giocato fino al 2005, terminando 21° sulla money list e qualificandosi per il PGA Tour 2006.

Come rookie sul PGA Tour ha guadagnato oltre 1 milione di dollari (90° in classifica), vincendo la classifica di distanza con il driver con una media di 319.6 yards (292 metri). Il suo drive più lungo sul PGA Tour è stato di 416 yards (380 metri) al Sony Open 2010.

Ha fatto un primo salto di qualità nel 2010, quando ha perso il Pga Championship allo spareggio contro Martin Kaymer e si è guadagnato una convocazione per la Ryder Cup.

Watson ha ottenuto la sua prima vittoria sul PGA Tour il 27 giugno 2010 a Cromwell, nel Connecticut, al Travelers Championship battendo Corey Pavin e Scott Verplank dopo due buche di spareggio. Watson ha dedicato la vittoria ai suoi genitori, in particolare a suo padre, che stava combattendo il cancro.

Il 30 gennaio 2011 Watson ha vinto il suo secondo evento sul PGA Tour, la Farmers Insurance Open, battendo Phil Mickelson di un colpo. Successivamente ha ottenuto la sua seconda vittoria della stagione 2011 e il terzo titolo in carriera sul PGA Tour il 1° maggio, quando ha sconfitto Webb Simpson alla seconda buca di spareggio allo Zurich Classic of New Orleans.

Nel luglio 2011 ha suscitato polemiche dopo che aveva criticato l'Alstom Open de France, nel quale stava giocando invitato dallo sponsor, lamentandosi per la sicurezza e l'organizzazione del torneo e dichiarando che non avrebbe giocato altri eventi sul Tour europeo.

Con parte dei guadagni ha realizzato un suo sogno: comprarsi per 110.000 dollari la “Generale Lee”, l’auto originale del telefilm Hazzard (serie andata in onda negli usa dal 1979 al 1985) di cui fa sfoggio nella foto del profilo su Twitter.

Proprio attraverso il social network, Bubba ha conquistato parte della sua fama: da sempre risponde ad ogni tweet dei fans (sono diventati oltre 475mila dopo la vittoria ad Augusta) e nemmeno dopo il Masters ha fatto eccezione.

La sua vera passione però, dopo il golf, sono le moto d’acqua, infatti presso la sua residenza c’è un piccolo lago dove con gli amici trascorre la maggior parte del tempo sulle moto d’acqua.

Watson ama molto il fascino del sud, e recentemente è apparso in un video musicale con Ben Crane, Rickie Fowler e Hunter Mahan, in cui il complessino "Golf Boy" canta il brano "Oh Oh Oh" e dove Bubba impersona il ruolo del bifolco, con salopette e piedi nudi.

Watson non ha avuto e non ha maestri, se si esclude il padre morto poco dopo la Ryder Cup 2010. “Perché dovrei volere qualcuno che mi dice cosa fare? - racconta - Sono ancora giovane, colpisco nel modo in cui mi va di colpire e faccio le cose che voglio fare. Gioco a modo mio”.


 

Il golf del mancino Bubba è fatto di linee impossibili, driver lunghissimi (287 metri di media nel Pga Tour 2011, il più lungo del circuito) e velocissimi (è arrivato f ino a 312 km/h) anche se poco accurati (è 134° nel Pga Tour per precisione) e colpi che altri possono solo immaginare, come il tiro che gli ha fatto vincere il Masters, quello impossibile alla buca 10 durante lo spareggio, tra gli alberi e la folla usata per definire la linea incredibile che l’ha portato sul green. E’ un golf fatto di divertimento e emozioni che Bubba non ha mai paura di mostrare, come le lacrime in diretta tv e gli abbracci commossi al caddie, alla mamma e ai colleghi.

“Non riesco a dormire - scriveva domenica notte su Twitter - Non voglio perdermi nulla dell’essere padre e devo assolutamente cambiare numero di cellulare!”.
Bubba è maturato da quando è diventato padre: chissà se la vittoria ad Augusta lo farà maturare come golfista, ma Bubba è Bubba soprattutto perché è un ragazzo che giocando a golf si diverte ancora molto.

Nella sua sacca:
Driver: PING G20 All PINK Proto 8.5*
Fairway: PING G20 4 wood 17*
Irons: PING S56 3-PW
Wedges: PING Tour-W 52,56,60 o 63
Putter: PING Redwood
Palla: Titleist ProV1x
Il driver che utilizza, rosa e appariscente, è stato disegnato in esclusiva da Ping per una nobile causa: nella stagione 2012 per ogni driver tirato sopra le 300 yards, PING donerà 300 $ a vari enti benefici della zona di Phoenix in Arizona dove la PING ha la sua sede principale.




Entra per commentare


House of Golf - Il golf è di casa...

Portale e community di golf italiano con forum di discussione, recensioni e commenti sui golf club, negozi di golf, hotel e ristoranti vicino al golf. 


Per pubblicità sul portale:

ENRYWEB Web Agency
di Enrico Cigna

Tel. +39 347 2256295
Email. info@enryweb.it
Skype ENRYWEB

SEGUICI SUI SOCIAL

  

  1. Mondo
  2. EU
  3. ITA

Newsletter Houseofgolf

Iscriviti per offerte e per rimanere sempre aggiornato

Recensioni by HoG

Scrivi una recensione o lascia un commento per:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.