Skin ADV SX Skin ADV DX

GOLF NEWS

Italian English French German Spanish

Oggi parliamo delle leggi sul volo della palla da golf, un argomento tecnico spesso sconosciuto a molti golfisti, con il PRO Roberto Russo proveremo a fare un pò di chiarezza. 

  1. VELOCITA’ DELLA TESTA DEL BASTONE;
  2. POSIZIONE DELLA FACCIA DEL BASTONE;
  3. TRAIETTORIA DELLA TESTA DEL BASTONE;
  4. ANGOLO D’ATTACCO;
  5. PUNTO DI CONTATTO CON LA FACCIA DEL BASTONE.

 

Queste e solo queste sono le leggi che determinano e governano il moto della pallina in ogni colpo giocato da un golfista sul pianeta.

Conoscerle è fondamentale per poter comprendere ciò che è successo in quella minuscola frazione di secondo che è stato l’impatto e che ha determinato il risultato del nostro colpo ed il volo, se vi è stato, della nostra pallina. E comprendere come abbiamo colpito la pallina ci può sicuramente aiutare a risalire al movimento effettuato ed agli eventuali errori.

Non per niente John Jacobs, uno dei più famosi insegnanti del Regno Unito, afferma che il miglior maestro è il “volo della palla”.

 

Il volo della palla ha, a sua volta, 4 caratteristiche che sono:

  • la direzione che è la direzione iniziale verso cui la palla parte in relazione all’allineamento del giocatore;
  • la curvatura che è la deviazione della palla rispetto alla direzione iniziale;
  • la traiettoria che è la parabola descritta dalla palla su di un piano verticale;
  • la distanza che è la distanza coperta dalla palla considerando solo il volo.

Queste 4 caratteristiche sono tutte determinate e governate dalle 5 leggi che abbiamo precedentemente elencato ed ora andiamo ad analizzarne la relativa influenza.

 

1) VELOCITA’ DELLA TESTA DEL BASTONE

Influisce principalmente sulla distanza. E’ anche vero che ogni effetto (spin), sia laterale (sidespin) che verticale (backspin), noi imprimiamo alla pallina è direttamente proporzionale alla velocità del bastone all’impatto.

Per questo possiamo dire che, anche se in misura minore, la velocità della testa del bastone all’impatto ha una certa influenza anche sulla curvatura e sulla traiettoria.

 

2) POSIZIONE DELLA FACCIA DEL BASTONE

La faccia del bastone può arrivare all’impatto in 3 modi differenti: aperta (open), dritta (square) o chiusa (close). Influisce principalmente sulla curvatura.

Ma una faccia aperta acquisterà anche una maggiore inclinazione (loft) rispetto ad una faccia chiusa e quindi influenzerà anche la traiettoria, di conseguenza, la distanza.

Una faccia del bastone esageratamente chiusa o aperta avrà anche un’influenza primaria sulla direzione.

 

3) TRAIETTORIA DELLA TESTA DEL BASTONE

Anche la traiettoria della testa del bastone all’impatto può seguire 3 differenti direzioni in relazione alla linea di mira: dall’interno verso l’esterno (in to out), in linea verso il bersaglio (target line) o dall’esterno verso l’interno (out to in).

Influisce principalmente sulla direzione. Avendo anche un’influenza secondaria sulla posizione della faccia del bastone e sull’angolo di attacco può influenzare sia la traiettoria che la curvatura e la distanza.

 

4) ANGOLO DI ATTACCO

L’angolo di attacco è l’angolo, rispetto al terreno, con cui la testa del bastone approccia la pallina all’impatto. Questo può essere più o meno verticale od orizzontale ed influisce principalmente sulla traiettoria ed in secondo luogo sulla distanza.

 

5) PUNTO DI CONTATTO CON LA FACCIA DEL BASTONE

Il punto di contatto con la faccia del bastone è dove colpiamo la pallina in relazione al centro o “punto dolce” (sweet spot) che è il punto che ci consente di trasferire il massimo dell’energia generata.

Influisce principalmente sulla direzione ma anche sulla traiettoria, curvatura e distanza.

 

Come abbiamo visto le leggi sul volo della palla interagiscono tra di loro e nessuna lavora singolarmente.

Possiamo quindi affermare con assoluta certezza che il fine ultimo di uno swing è quello di colpire la palla al centro della faccia del bastone (5), con il giusto angolo di attacco (4), con la traiettoria della testa del bastone lungo la linea del bersaglio (3), con la posizione della faccia del bastone “square” rispetto a tale linea (2), alla massima velocità che ci permetta di fare le 4 cose precedenti (1).

Come questo viene ottenuto non ha rilevanza alcuna, purché il metodo usato ci consenta di essere applicato ripetitivamente. (John Jacobs)

 

Roberto Russo

PRO presso Maremma Golf Club

Entra per commentare


House of Golf - Il golf è di casa...

Portale e community di golf italiano con forum di discussione, recensioni e commenti sui golf club, negozi di golf, hotel e ristoranti vicino al golf. 


Per pubblicità sul portale:

ENRYWEB Web Agency
di Enrico Cigna

Tel. +39 347 2256295
Email. info@enryweb.it
Skype ENRYWEB

SEGUICI SUI SOCIAL

  

  1. Mondo
  2. EU
  3. ITA

Ultimi Commenti

Un ristretto in tazza grande
 
4.0
"letto molto volentieri! "
Golf Club Argentario
 
4.9
"Poco da aggiungere all'esaustiva recensione di..."
Golf Club Colline del Gavi
 
4.8
"Siamo stati in 4 lunedì per..."
Villa Airoldi Golf Club
 
4.4
"da provare soprattutto per la grande..."
Sensore Zepp GolfSense
 
3.3
" Zepp Golf è uno strumento..."
Golf Club Asiago
 
4.5
"Rispetto alla descrizione del campo sopra..."
Golf Club Il Conero
 
3.9
"Ho visitato il campo girando con..."
Golf Club Paradiso del Garda
 
4.6
"Campo spettacolare sia nel disegno che..."
 
3.5
"Uno dei pochi campi in stile..."

Newsletter Houseofgolf

Iscriviti per offerte e per rimanere sempre aggiornato

Recensioni by HoG

Scrivi una recensione o lascia un commento per:

Ci sono 416 articoli e 224 opinioni.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.