Skin ADV SX Skin ADV DX

GOLF NEWS

Italian English French German Spanish

Adam Scott vincitore Augusta Masters 2013E' finito anche questo adrenalinico Augusta Masters 2013, non ha vinto Tiger Woods, i nostri italiani non hanno passato il taglio ma ci sarà molto di cui parlare...

Sono servite 74 buche per assegnare l'Augusta Masters 2013. L'agognata “green jacket” finisce sulle spalle di Adam Scott (-9, 69, 72, 69, 69), vincitore al termine di un playoff spettacolare giocato contro un grande Angel Cabrera (che qui aveva vinto nel 2009, in un playoff a tre).

Scott è il primo australiano della storia a vincere il Masters, cosa bizzarra se si pensa ai grandi golfisti apparsi sulla scena.

Si decide tutto alla 18 e alla 10, nelle buche di spareggio. Pressione alle stelle, ma il livello cresce con essa.

L’argentino tira fuori un approccio fantastico non abbastanza preciso per imbucare, ma sufficiente per mettere pressione a Scott, che infatti resta corto col suo approccio e si ritrova un putt ostico.

L’australiano scaccia i fantasmi dell’Open Championship 2012 (perso con 4 bogey nelle ultime 4) e imbuca, portando la gara alla decisiva buca 10, par-4 . Scott è perfetto dal tee (legno), Cabrera con una botta pazzesca (ferro) lo raggiunge. Il secondo colpo dell’argentino è strepitoso con il ferro 6, ma Scott arriva in bandiera con il suo. Il primo putt è di Cabrera: si ferma a un pelo dalla buca, e così Scott ha il match point. Stavolta non sbaglia, ed è tripudio.

E’ stato, come sempre, un Masters di altissimo livello, pieno di colpi di scena nelle ultime nove buche, dove alcuni giocatori hanno accelerato e altri hanno visto scivolare via le possibilità di vittoria.

Il regolare Brandt Snedeker (-5, 70, 70, 69, 75), crolla nell'ultimo giro, tradito dai suoi punti forti: i ferri e il putt. Sbaglia alla 10, finendo nel bosco, recupera bene ma incappa in un bogey. Da lì un crollo mentale che lo porta a sbagliare il putt alla 11, alla 13 finisce in acqua, nuovo bogey alla 14 e chiusura al sesto posto.

Ma nell'acqua della buca 13 ci saranno tante palline oggi, anche Angel Cabrera (71, 69, 69, 70), perfetto nelle prime nove (chiuse in 34 colpi) e poi balbettante tra la 10 e la 14. L’argentino ha tentato il tutto per tutto, alla 16 ha infilato un birdie fenomenale con un grande putt al centro della buca da 7 metri. Birdie sfiorato alla 17 ma il suo putt perfetto dalla lunga distanza non sente la pendenza verso destra e finisce clamorosamente lungo di pochi centimetri, forse a causa della pioggia (quattro ore di diluvio, dalle 16.30 locali).

Alla 18 è spettacolo puro: Scott (birdie alla 13 e alla 15) infila un putt per il birdie e sale a -9. Cabrera, dal fairway, vede tutto ma non si scompone. Colpo in bandiera e tap-in per andare al playoff, mentre l’australiano aveva già sfogato tutta la tensione accumulata pensando di avercela fatta.

Il pareggio a -9 tagliava fuori l’altro australiano, Jason Day (-7, 70, 68, 73, 70), che ha buttato via la vittoria alla 16 e alla 17 con due bogey consecutivi seguenti tre birdie in fila (per lui anche un eagle alla 2).

Chiude a -5 Tiger Woods (-5, 70, 73, 70, 70) e Marc Leishman (66, 73, 72, 72). L’australiano (terzo nei primi 5) non brilla ma conserva l’ottimo score costruito giovedì, mentre la “tigre” delude quando avrebbe dovuto rimontare. Parte malissimo, nelle seconde nove buche non riesce a fare la differenza a causa dei troppi errori sui green. Nervoso, su Woods ha sicuramente influito la penalità del secondo giro, che gli ha fatto perdere il filo del discorso anche a livello di concentrazione.

Il migliore di giornata, con giro in 67, è Micheal Thompson (+2, 73, 71, 79, 67), un colpo in meno di Thorbjorn Olesen, che chiude a -4 (78, 70, 68, 68), ripetendo la grande prestazione di sabato. Infila tre birdie di fila tra la 11 e la 14 e sbaglia solo alla 18 (bogey). Sporca minimamente il suo score, ma è il primo europeo in classifica (6°), e si guadagna la partecipazione al prossimo Masters. Non male per il danese, appena 23enne e numero 40 del mondo.

Fred Couples chiude il suo Masters (vinto nel 1992) con un birdie alla 18 che lo manda sotto par (-1, 68, 71, 77, 71) e gli fa guadagnare i meritati applausi per un torneo che a tratti sembrava addirittura poter far suo.

Bernard Langer (+2, 71, 71, 72, 76), si perde nel finale dopo aver infilato tre birdie nelle prime tre buche. Finisce appaiato a Justine Rose, tra i meglio accreditati alla vigilia. L’inglese ha chiuso a +2 (70, 71, 75, 74).

Il campione uscente Bubba Watson ha chiuso a +7 (75, 73, 70, 77), prima di accomodarsi in club house e attendere la consegna della giacca.

Rory McIlroy, in crisi d’identità in questo periodo, gira in 69 e migliora parzialmente uno score (+2, 72, 70, 79, 69) ferito dai disastri di sabato. Poco indicativa la prestazione odierna, senza nulla da perdere e solo la faccia da salvare, in vista di tempi migliori.

Da segnalare anche l'ottima partecipazione di Tianiang Guan, il ragazzino cinese di 14 anni che infrange il record di Manassero come più giovane giocatore a passare il taglio al Masters (+3, 73, 75, 77, 75).

Chiude in ottava posizione invece Sergio Garcia, che aveva agguantato il primo giorno il comando della classifica, mollando poi nelle giornate successive (-2, 66, 76, 73, 70) con un disastroso 76 nella seconda giornata che lo ha dichiarato non ancora pronto per The Tournament.

Un torneo che come sempre stupisce e "sforna" vincitori non accreditati dai bagarini, un torneo che tiene però sempre con il fiato sospeso e che regala sempre grandissime emozioni....

Vi lasciamo con un video dei colpi migliori gentilmente "offerto" da Golf Today

A voi cosa è piaciuto di più di questo Masters 2013 ?? Giusta la vittoria di Adam Scott ?? A voi la parola...

Entra per commentare


House of Golf - Il golf è di casa...

Portale e community di golf italiano con forum di discussione, recensioni e commenti sui golf club, negozi di golf, hotel e ristoranti vicino al golf. 


Per pubblicità sul portale:

ENRYWEB Web Agency
di Enrico Cigna

Tel. +39 347 2256295
Email. info@enryweb.it
Skype ENRYWEB

SEGUICI SUI SOCIAL

  

  1. Mondo
  2. EU
  3. ITA

Newsletter Houseofgolf

Iscriviti per offerte e per rimanere sempre aggiornato

Recensioni by HoG

Scrivi una recensione o lascia un commento per:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.